Bodrum - ısole greche ( le ısole del Dodecaneso ) - Bodrum

Bodrum Itinerario Crociere sul Caicco
Giorno 1 - Bodrum

Bodrum è il punto di partenza ideale per veleggiare nella costa egea della Turchia. Il Golfo di Gökova è conosciuto come una delle migliori aree di navigazione di tuttal’Europa. Con il sole abbondante, le acque cristalline, i cieli blu, gli ancoraggi buoni e la gente cordiale, questa costa offre molto. Negli insediamenti costieri e nei paesi ci sono diverse aree incontaminate ricche di bellezze naturali.Bodrum è una città portuale nella provincia di Mugla, la regione egea sudoccidentale della Turchia. Si trova sulla costa meridionale della penisola di Bodrum, in un punto che controlla l'ingresso nel Golfo di Gökova. La città in passato veniva chiamata Alicarnasso di Caria ed era famosa perchè ospitava il mausoleo di Mausolo, una delle Sette Meraviglie del Mondo Antico. Il castello di Bodrum, costruito dai crociati nel XV secolo, si affaccia sul porto e sul porto turistico. I giardini del castello ospitano un museo di archeologia subacquea e numerosi festival culturali durante tutto l'anno.

Le Foto dei Baie > Bodrum
Giorno 2 - Kos Island

Vale la pena visitare Kos. E’ l'isola che ha dato i natali ad Ippocrate, il padre della medicina. E’ la terza isola più grande del Dodecaneso ed molto verde, con eccellenti infrastrutture e grandi strade fiancheggiate da palme. Durante la vostra visita a Kos, non potete non visitare le antiche rovine della città che sono numerose e notevoli, come le rovine di “Asclepio”, il “Castello dei Cavalieri” e l'enorme albero di Ippocrate (il diametro del tronco è di 11,5 m). A Kos troverete alcune delle più belle spiagge delle isole del Dodecaneso della Grecia. Con molti siti archeologici in giro per la città, Kos è il luogo ideale per passeggiate a piedi o in bicicletta.

Le Foto dei Baie > Kos Island
Giorno 3 - Pserimos Island , Leros Island

Navigheremo verso l’isola di Pserimos la mattina presto. Pserimos è un isolotto situato tra Kos e Kalymnos, a circa 6 miglia marine a nord di Kos e vicino la costa turca. La superficie totale è di soli circa 15km2 e i residenti permanenti sono pochi, circa 100 e si affidano a pesca e al turismo. L’isola è una destinazione popolare per i turisti che arrivano da Kos e Kalymnos su piccole barche per le escursioni o sulle navi piratesche che ormeggiano ogni giorno per tutta l'estate. Pserimos è ottima per chi vuole evitare le spiagge organizzate di Kos e Kalymnos ma la spiaggia, anche se di grandi dimensioni, può essere affollata tutto il giorno. E’ ampia, larga e molto sabbiosa con acque poco profonde e riparate nella baia profonda e ci sono diverse taverne e bar sulla spiaggia che catturano il commercio di tutti i giorni. C'è un piccolo porto per l'attracco delle barche. Non c'è molto da vedere oltre alla singola spiaggia di sabbia, anche se le tracce portano sopra le rocciose colline senza alberi verso piccole insenature.

Leros è un'isola con un clima molto sano, ideale per una vacanza tranquilla. Sempre verde, con numerose calette invitanti e splendide spiagge sabbiose, Leros rilassa il visitatore con il suo paesaggio tranquillo. Non è un posto molto turistico ma il porto principale di Lakki è uno dei migliori esempi di architettura Art Deco in Grecia. È stato progettato dagli architetti di Mussolini nel 1923 e, a dispetto della volontà del dittatore, la capitale è stata successivamente spostata nel villaggio di Platanos. Il resto dell'isola è verde e presenta splendide spiagge e grandi baie. Leros è la base di partenza ideale per le gite in barca verso la costa della Turchia e le altre isole del Dodecaneso.

Giorno 4 - Lipsi Island

Lipsi è una piccola isola ricca di case bianche e piccole chiese con cupole blu. Le auto sono quasi inesistenti e la maggior parte della vita locale si svolge al porto dell'isola. Lipsi è un’isola del Dodecaneso bella e tradizionale dove durante il giorno è possibile guardare i pescatori che battono polpi sulle banchine e che verranno serviti più tardi in uno dei tanti ristoranti del porto.

Le Foto dei Baie > Lipsi Island
Giorno 5 - Patmos Island

Conosciuta come la Gerusalemme dell'Egeo, Patmos è l'isola sacra dei cristiani, luogo in cui è stata scritta l'Apocalisse di San Giovanni. I visitatori di questa isola del Dodecaneso oggi sono divisi in due gruppi, il primo viene ancora sull'isola per il suo significato religioso e il secondo per godersi le belle spiagge, la serenità e il carattere unico dell'isola e la sua gente. Patmos è un'isola tranquilla di notte, ma è occupata di giorno dalle molte navi da crociera. Patmos è un'isola spettacolare con grandi spiagge e un paesaggio unico, il turismo fino a poco tempo era scarso ma ora è in costante crescita. Da non perdere le feste pasquali (Pasqua greco-ortodossa) perchè potrete vedere la messa in scena dell'Ultima Cena di Cristo. Inoltre, fate una passeggiata serale per le strade strette di Hora o Chora e guardate il tramonto dalla collina di Kastelli.

Le Foto dei Baie > Patmos Island
Giorno 6 - Kalymnos Island

Kalymnos è conosciuta come l'isola di alcuni dei migliori pescatori di spugne al mondo. Anche se è un centro turistico in via di sviluppo, ancora oggi è possibile vedere i pescatori di spugna al lavoro e osservare il modo in cui vivono gli isolani. Sulla bellissima isola di Kalymnos del Dodecaneso è possibile fare belle passeggiate, nuotare in grotte fantastiche e scoprire le splendide spiagge e i paesaggi incontaminati, di cui un esempio è l'autentico villaggio di Vathi nascosto in una valle verde. Grazie al suo paesaggio montuoso, Kalymnos è anche uno dei posti migliori in cui praticare l’alpinismo. Inoltre, la maggior parte delle spiagge di Kalymnos sono dotate di attrezzature per sport acquatici. I meravigliosi tramonti sulla piccola isola di Telendos competono con quelli di Santorini.

Le Foto dei Baie > Kalymnos Island
Giorno 7 - Nisyros Island , Gyali Island

Nisiro o Nisyrosè una piccola isola al centro del complesso del Dodecaneso, ha bellezze naturali e un ricco patrimonio culturale che gli abitanti hanno mantenuto in vita fino ad oggi.La caratteristica geomorfologica principale dell'isola è il suo vulcano. Si dice che Nisiro sia nata dopo una serie di eruzioni vulcaniche continuate, il che è una cosa unica in Grecia. Il vulcano dell'isola di Nisiro è ancora attivo e per il facile accesso ai suoi crateri, migliaia di turisti e scienziati provenienti da tutto il mondo lo visitano ogni anno. Il vulcano e la serenità che si prova nei pittoreschi villaggi dell'isola di Nisiro sono due delle sue principali attrazioni. Infine, l'isola ha una ricca fauna e flora che gli specialisti definiscono uniche.

Gyali, nota anche comeYiali, è una piccola isola vulcanica situata a metà strada tra la costa meridionale di Kos e 2 km a nord-ovest dell’isola di Nisiro. La parte a SO è costituita da spessi strati di pietra pomice, mentre la parte a NE è ricca di ossidiana e perlite. Queste due parti sono collegate da un istmo stretto e la spiaggia fatta di moderni sedimenti. Nell'isola c'è un impianto di estrazione di pietra pomice.L’insenatura di Aghios Antonios si trova a distanza molto ravvicinata e ha una bellissima spiaggia.

Giorno 8 - Tilos Island
Le Foto dei Baie > Tilos Island
Giorno 9 - Rhodes Island
Le Foto dei Baie > Rhodes Island
Giorno 10 - Symi Island

Symi è il porto più bello della Grecia. Troverete su entrambi i lati un fiordo ripido con file di case, alcune bianche, altre giallo pastello, ma tutte con frontoni neoclassici che ci ricordano che 100 anni fa questa era una delle isole più ricche della Grecia. Non c'è stata nessuna moderna costruzione in cemento e ora queste belle e vecchie case vengono resuscitate per i visitatori. Lo spirito dell'isola è rimasto intatto.

Le Foto dei Baie > Symi Island
Giorno 11 - Datca

Datca fu fondata dai Dori quando si stabilirono nelle isole dell'Egeo e la costa della Ionia meridionale. Questa penisola si trova tra il Mar Egeo e il Mediterraneo. Alla fine della penisola, ad una distanza di circa 38 km si trova l'antica città cariana di Cnido, descritta da Strabone come la “città costruita per la dea più bella, Afrodite, sulla penisola più bella”. Si pensa inoltre che circa 500 anni fa, i pirati spagnoli lasciarono i malati di lebbra a morire qui, ma il bel tempo della penisola curò i lebbrosi. Potrete fare una passeggiata nel porto di Datca.

Le Foto dei Baie > Datca
Giorno 12 - Palamutbuku , Knidos (Cnidus)

Palamutbuku è rinomata perchè ha le migliori spiagge della penisola di Datca. Le spiagge sono molto belle ma piccole. Circondate da montagne e macchiate da giardini, queste spiagge sono note per la loro tranquillità e l'aria fresca del mare che presentano formando la cornice ideale per una vacanza rigenerante. Palamutbuku si trova alla fine della penisola ed è famosa anche per i resti della città storica di Cnido che è nota per l’abbondanza di pesce e si trova a circa 12 km. Le acque qui sono cristalline, tanto che si pensa che se si fa cadere un ago in fondo al mare è possibile vederlo. Vate un giro in spiaggia o semplicemente crogiolatevi guardando gli uccelli vibranti prendere il volo. A Palamutbuku c'è così tanto da fare! La gente è simpatica e accogliente. Palamutbuku incarna la pace, la tranquillità e la felicità. Con la sua gente simpatica dai volti sorridenti e le immense bellezze naturali, Palamutbuku è davvero un piccolo paradiso.

Navigheremo verso Cnido per la cena e il pernottamento. Cnido è stata una città molto sviluppata nei settori della scienza, dell'arte e dell'architettura. Eudosso, un astronomo e professore di matematica molto famoso; il dottor Euriponte; Polignoto, un artista molto famoso; Skopas e Bryaksis di Faros, i più famosi scultori dell'epoca; Sostrato, l'architetto del Faro di Alessandria d’Egitto, una delle sette meraviglie del mondo e il medico Ktesias che ha salvato la vita di un re persiano da un disastro, vissero tutti su quest’isola. Il dottor Euriponte e i suoi studenti fondarono la seconda scuola di scienza medica più grande di Cnido. L'isola ospita anche il più grande orologio solare del suo tempo che è stato eretto da Eudoksos. Cnido era inoltre la sede del monumento di Afrodite e a quei tempi la città era famosa per i bordelli ed era popolare tra i marinai e i commercianti arabi. Potete inoltre fare una passeggiata sulla spiaggia per vedere le rovine.

Giorno 13 - Mersincik Bay , Aquarium Bay

Adaboğazı (Acquarium Bay) prende il nome dalla parola “acquario” perché l'acqua qui è molto chiara. E’ possibile vedere fino a 30m di profondità ad occhio nudo. Ci sono piccole baie sul lato occidentale che con le loro acque cristalline sono una festa per i sensi.

Giorno 14 - Kise Buku , Black Island

Situata a soli 3 km di distanza dall’isola di Orak troviamo Kise Buku (Alakisla Buku), il cui nome deriva dalla parola “Kilise” (chiesa) per i resti dei monasteri bizantini che si trovano in questa zona. Ormeggiare in questa grande baia è indispensabile per tutte le imbarcazioni. La baia è circondata da montagne a nord e venti occidentali colpiscono la parte orientale dell'isola. A Alakisla osserverete le rovine di un antico monastero noto come baia di Kise. Si pensa che la parolaKise derivi da “chiesa”. I posti da non perdere nelle rovine di Kisebükü sono Yalıkoyu, Akarca, Fork, il chiosco, il bagno, la cisterna e la baia dove si trovano le rovine della chiesa. Sono una sosta inevitabile della crociera blu. In alcune insenature nelle vicinanze potete trovare meraviglie come l’acqua fredda potabile. La sagoma di un boschetto di oleandri che rotola giù nel mare contro le spiagge di sabbia che brilla è davvero uno spettacolo.

Black Island (Karaada) si trova a circa 5 km di distanza da Bodrum ed è rinomata per il grande potere curativo delle sue acque sulfuree e dei suoi fanghi. Si pensa che l'acqua calda e il fango della grotta favoriscano la bellezza e la salute. L'acqua calda ha una temperatura di circa 29/32° e sfocia in mare. Qui avrete la possibilità di nuotare in acque calde e fare un bagno di fango.

Le Foto dei Baie > Kise Buku Black Island
Giorno 15 - Bodrum

Bodrum è il punto di partenza ideale per veleggiare nella costa egea della Turchia. Il Golfo di Gökova è conosciuto come una delle migliori aree di navigazione di tuttal’Europa. Con il sole abbondante, le acque cristalline, i cieli blu, gli ancoraggi buoni e la gente cordiale, questa costa offre molto. Negli insediamenti costieri e nei paesi ci sono diverse aree incontaminate ricche di bellezze naturali.Bodrum è una città portuale nella provincia di Mugla, la regione egea sudoccidentale della Turchia. Si trova sulla costa meridionale della penisola di Bodrum, in un punto che controlla l'ingresso nel Golfo di Gökova. La città in passato veniva chiamata Alicarnasso di Caria ed era famosa perchè ospitava il mausoleo di Mausolo, una delle Sette Meraviglie del Mondo Antico. Il castello di Bodrum, costruito dai crociati nel XV secolo, si affaccia sul porto e sul porto turistico. I giardini del castello ospitano un museo di archeologia subacquea e numerosi festival culturali durante tutto l'anno.

Le Foto dei Baie > Bodrum
  • Team di Assistenza
  • S.OkumusS.Okumus
    Il Fondatore & CEO
    soguletyacht.net

  • I.OkumusI.Okumus
    Relazioni con clienti
    ioguletyacht.net

  • E.KantarmisE.Kantarmis
    Responsabile Operativo
    ekguletyacht.net

  • E.AriE.Ari
    Direttore vendite
    eaguletyacht.net

  • A.KantarmisA.Kantarmis
    Consulente vendite
    akguletyacht.net

  • K.Cemal DikK.Cemal Dik
    Consulente vendite
    kdguletyacht.net

  • S.Ates DogangunS.Ates Dogangun
    Il Responsabile Contabilita
    saguletyacht.net

  • O.PorkarO.Porkar
    Il Responsabile Delle Tecnologie Informatiche
    opguletyacht.net

  • F.CelikF.Celik
    Assistente d'ufficio
    fcguletyacht.net