Fethiye - Datca- Marmaris - Fethiye

Fethiye Itinerario Crociere sul Caicco
Giorno 1 - Fethiye

Fethiye è una città del Mediterraneo occidentale dotata di un porto naturale. E'una meta turistica molto popolare con la sua magnifica bellezza naturale e le antiche città della Licia. Oludeniz considerata la più bella spiaggia turca è vicina, ed è un luogo famoso se si vuole iniziare un viaggio blu. Se tutti i luoghi e tutti i mari fosseroriconoscibili per un colore, il colore di Fethiye sarebbe il turchese. Il turchese, un azzurro che ha più di un accenno di verde, viene dal blu e viene utilizzato nel lavoro delle piastrelle turche. La più bella tonalità del colore blu è venuta qui e si è stabilita sulle acque di Ölüdeniz (Mar Morto). Verso sera, al tramonto, si cattura un meraviglioso turchese, assente in altri mari. Se lo chiamate blu sbagliate, stessa cosa se dite che è verde, non è uno dei due, ma entrambi insieme. È difficile spiegarlo a parole. E' preferibileandare di persona e sirimarrà colpiti.

Le Foto dei Baie > Fethiye
Giorno 2 - Aga Limani , Tersane Island

Vicino alla punta diCapo di Kurtoğlu nel golfo di Fethiye, ci sono le baie gemelle di AgaLimani, dove è possibile rilassarsi, nuotare, pescare o fare una lunga passeggiata sulla spiaggia. Il mare è pulito e l'acqua fredda perché c’è una sorgente sotterranea vicino alla spiaggia.
Seguite il sentiero fino alla baia per circa un'ora e raggiungete l'antica città licia di Lyda.

L’isola di Tersane è anche conosciuta come Shipyard Island (Isola Cantiere), è la più grande del Golfo di Fethiye. Un canale profondo lungo 100 m costituisce l'entrata in queste isole. Ci sono baie coperte e al riparo sul lato est, che è anche un porto durante i mesi estivi. La parte occidentale è chiusa per i forti venti. Secondo le fonti storiche l’isola di Tersane era chiamata Telandria. C’è circa un centinaio di rovine di antiche case che sono visibili dalla terra e dal mare. Per i marinai quest’isola era la più sicura di tutto il Golfo di Fethiye durante il periodo bizantino.

Giorno 3 - Dalyan , Ekincik

Dalyan è uno dei luoghi più interessanti di straordinaria bellezza naturale. Situato all'angolo sud-ovest della costa mediterranea della Turchia, Dalyan è un antico villaggio circondato da colline ricoperte di pini, campi di cotone e chilometri di costa incontaminata. Ci sono tombe rupestri sorprendenti scavate delle scogliere locali 2.500 anni fa. Ci sono sorgenti termali e bagni di fango vicino a Dalyan. L'acqua calda ammorbidisce la pelle ed elimina le rughe perché contiene elevato rapporto zolfo. Dalyan è uno dei pochi luoghi superstiti del paradiso, una zona di bellezza naturale e di interesse storico. L'antica città di Caunos si trova qui con le sue rovine risalenti a 3000 anni. Questa è anche la spiaggia dove la tartaruga in via di estinzione caretta (Caretta Caretta) e la tartaruga verde (Chelonia mydas) sono tornati a deporre le uova fin dall'inizio dei tempi. Il tempo di nidificazione va da maggio a ottobre.

Dopo colazione, sarete informati sull'itinerario della crociera e del caicco. Ci muoveremo verso il golfo di Ekincik. Qui potrete fare il nostro Dalyan Tour che è facoltativo. Sarete prelevati dallo yacht da una piccola barca chiamata piyade. Arriverete nella spiaggia Caretta-Caretta (tartaruga) e potrete nuotare. La bellezza naturale del delta mentre si naviga sul fiume è veramente sorprendente.

Le Foto dei Baie > Dalyan Ekincik
Giorno 4 - Bozburun , Bozukkale

Bozburun è rinomata per il commerciofiorente legato alle spugne e alla costruzione di caicchi. Alcuni dei migliori artigiani del legno e della costruzione di caicchi forti e belli si trovano in questa regione, che è il motivo per cui i nomi più importanti nel settore impiegano i costruttori di barche di Bozburun. Grazie alla produzione di yacht e caicchi, Bozburun è diventata un’attrazione, visitata da turisti provenienti da tutto il mondo.

Bozukkale (Loryma) è una città antica che risale al X a.C.. Ci sono nove torri nelle mura del castello che si estendono seguendo un modello rettangolare. Il castello e le torri si sono conservati molto bene e sono in buono stato. Kale significa “corrotto”, pertanto, il nome del luogo può essere attribuito al fatto che manca unaparte del castello. Bozukale veniva usata come baia dalle navi della marina britannica e ora è considerata un cantiere navale sulla riva. Era inoltre il luogo in cui era possibile guardare tutte le imbarcazioni dell’Egeo. La sua posizione geografica strategica e la porta stretta venivano utilizzate anche dalle navi che salpavano in direzione del porto di Atene. Nel 395 a.C., il comandante ateniese Karori venne in questi posti. Prima della battagliadi Cnido del 305 a.C., Demetrio, figlio di Antigone, scelse questo porto per i preparativi prima di attaccare Rodi.

Le Foto dei Baie > Bozburun Bozukkale
Giorno 5 - Datca

Datca fu fondata dai Dori quando si stabilirono nelle isole dell'Egeo e la costa della Ionia meridionale. Questa penisola si trova tra il Mar Egeo e il Mediterraneo. Alla fine della penisola, ad una distanza di circa 38 km si trova l'antica città cariana di Cnido, descritta da Strabone come la “città costruita per la dea più bella, Afrodite, sulla penisola più bella”. Si pensa inoltre che circa 500 anni fa, i pirati spagnoli lasciarono i malati di lebbra a morire qui, ma il bel tempo della penisola curò i lebbrosi. Potrete fare una passeggiata nel porto di Datca.

Le Foto dei Baie > Datca
Giorno 6 - Knidos (Cnidus)

Navigheremo verso Cnido per la cena e il pernottamento. Cnido è stata una città molto sviluppata nei settori della scienza, dell'arte e dell'architettura. Eudosso, un astronomo e professore di matematica molto famoso; il dottor Euriponte; Polignoto, un artista molto famoso; Skopas e Bryaksis di Faros, i più famosi scultori dell'epoca; Sostrato, l'architetto del Faro di Alessandria d’Egitto, una delle sette meraviglie del mondo e il medico Ktesias che ha salvato la vita di un re persiano da un disastro, vissero tutti su quest’isola. Il dottor Euriponte e i suoi studenti fondarono la seconda scuola di scienza medica più grande di Cnido. L'isola ospita anche il più grande orologio solare del suo tempo che è stato eretto da Eudoksos. Cnido era inoltre la sede del monumento di Afrodite e a quei tempi la città era famosa per i bordelli ed era popolare tra i marinai e i commercianti arabi. Potete inoltre fare una passeggiata sulla spiaggia per vedere le rovine.

Le Foto dei Baie > Knidos (Cnidus)
Giorno 7 - Palamutbuku

Palamutbuku è rinomata perchè ha le migliori spiagge della penisola di Datca. Le spiagge sono molto belle ma piccole. Circondate da montagne e macchiate da giardini, queste spiagge sono note per la loro tranquillità e l'aria fresca del mare che presentano formando la cornice ideale per una vacanza rigenerante. Palamutbuku si trova alla fine della penisola ed è famosa anche per i resti della città storica di Cnido che è nota per l’abbondanza di pesce e si trova a circa 12 km. Le acque qui sono cristalline, tanto che si pensa che se si fa cadere un ago in fondo al mare è possibile vederlo. Vate un giro in spiaggia o semplicemente crogiolatevi guardando gli uccelli vibranti prendere il volo. A Palamutbuku c'è così tanto da fare! La gente è simpatica e accogliente. Palamutbuku incarna la pace, la tranquillità e la felicità. Con la sua gente simpatica dai volti sorridenti e le immense bellezze naturali, Palamutbuku è davvero un piccolo paradiso.

Le Foto dei Baie > Palamutbuku
Giorno 8 - Aktur Bay , Bencik Bay

Aktur è un serbatoio d’ossigeno. Riccadi alberi di pino, è una fetta di paradiso. Ha vinto il titolo di “baia più bella della Turchia” ed è una destinazione turistica molto frequentata. Aktur si compone di due unità, Datca e Kurucabuk, situati a una distanza di 4 km l’una dall’altra. La baia di Hisaronu si trova molto vicino alla striscia più stretta della penisola di Datca e separa il golfo di Gokova dal Golfo di Hisaronu. Intorno al 550 a.C., veniva usata come linea di difesa contro l'esercito persiano che si voleva impadronire sia del golfo di Hisaronu sia del golfo di Gokova scavando un tunnel chilometrico. Essendo una piccola isola tra i due golfi, è stata sicuramente un buon punto di difesa. Tuttavia, anche se il lavoro ha richiesto grandi sforzi, la città alla fine fu conquistata dai Persiani.

Attraverso la baia di Selimiye, Bencik offre un posto per ormeggiare tranquillo e protetto in mezzo ad un bosco di pini. E'possibile scendere su una zonaerbosa, ma non ci sono strutture. La baia di Bencik ha un ingresso molto stretto ma una vista unica. Bencik si trova nella parte più stretta della penisola che divide il golfo di Hisaronu dal golfo di Gokova ma si trova sul lato del primo.

Le Foto dei Baie > Aktur Bay Bencik Bay
Giorno 9 - Emel Sayin Bay , Orhaniye Bay , Selimiye Bay

Questo posto rende il nome dalla“regina e ambasciatrice della musica classica turca", Emel Sayin, ed è davvero un ottimo luogo di vacanza con il suo profumo ipnotizzante dei pini, la costa chiara, i panorami mozzafiato delle baie e la gente cordiale e accogliente.

Caratterizzata da un mare azzurro e la leggendaria spiaggia di Kizkumu, Orhaniye è molto ammirata da tutti i vacanzieri. Fate un viaggio per le pittoresche strade del paese alla scoperta del castello storico del cavaliere nero. In questa baia gli yacht presentano una scena pittoresca. Il villaggio di Orhaniye ha molto da offrire ad un turista affamato. Fate una passeggiata in paese o osservate la bellezza delle banchine affollate di diportisti locali e stranieri, oppure rimanete nella zona interna o esplorare la cultura locale. Orhaniye è piena di sorprese.

Giorno 10 - Kadirga Bay , Selimiye Bay

Baia di Kadırga, che è stata premiata con la bandiera blu per il suo mare meraviglioso. Baia Kadırga è già stata un luogo turistico per molti anni.

Le Foto dei Baie > Kadirga Bay Selimiye Bay
Giorno 11 - Marmaris

Marmaris è una città portuale e un centro turistico sulla costa del Mediterraneo, si trova nel sud-ovest della Turchia, nella Provincia di Mugla. E’ un angolo di paradiso dove si possono vedere tutti i gradi e le armonie di verde e di blu durante i dodici mesi dell'anno. L'abbondanza di baie del litorale, il suo essere un porto naturale, le città antiche, le attrazioni naturali, le strutture per la Crociera Blu, il porto turistico per 800 barche e le attrezzature per sport acquatici sono gli elementi che fanno di Marmaris un paradiso per turisti.Marmaris è uno delle località più eleganti per gli yacht di tutta la Turchia. E’ il posto in cui si incontrano le barche più belle. Il paesaggio è disegnato dal mare blu, dai monti e dalle pinete. Troverete molti negozi, caffè e ristoranti lungo le strette vie del paese.

Le Foto dei Baie > Marmaris
Giorno 12 - Gobun Bay , Hamam Bay , Kocabuk

La baia trova a sud della Baia Domuz. L'ingresso della baia è molto stretta, ma una volta dentro troverete una lunga baia circondata da ulivi e pini . Alla fine della baia si trovano alcune tombe scavate nella roccia e rovine.

Si trova a sud-est dellabaia di Manastir (Hamam) tra le rovine di un bagno nell’acqua per la regione nota come il Bagno di Cleopatra o baia di Sunken Bath (bagno sommerco). Un attento esame del pendio della collina dietro la baia attiva in passato mostrerà che questa collina è un lago vulcanico di struttura tettonica e riduce i canali d'acqua, ben visibili dalla riva. Da osservare il monastero, gli alberi di pino, la collina dalla riva e gli alberi di carrubo. La struttura di un antico muro che corre parallelo alla direzione della costa nord-est e a altri piccoli resti di Licia ricordano che non si è lontani dalla città. Il Lydia Network Port può essere raggiunto da un sentiero di circa 190 minuti.Hamam è la baia che nessun marinaio vuole perdersi. I marinai amano trascorrere le loro notti lì. Ci sono diversi ristoranti con pergole in legno sulla riva.

Giorno 13 - Bedri Rahmi Bay , Sarsala Bay

La baia di Bedri Rahmi è conosciuta anche con il nome licio di Tasyaka o “Dark bay” (baia scura), per la sua naturale bellezza e l’importanza storica. Bedri Rahmi Eyuboglu era un letterato, artista e pittore turco molto stimato. Nell'estate del 1973 durante una crociera con degli amici, disegnò un pesce su una roccia enorme. Questo “Fish Rock” situato all'ingresso della baia blu saluta ancora oggi i passeggeri. Infatti, la regione è conosciuta anche con il nome di “Fish Rock” in onore del grande maestro. La baia di Bedri Rahmi è ben riparata da venti forti ed è quindi un buon punto di ancoraggio. E'nota anche per la sua pineta e gli ulivi che coprono le colline dietro i fiori di oleandro, le piccole spiagge e le acque turchesi, che creano un'immagine dalle proporzioni fantastiche.

Giorno 14 - Domuz Island , Kizil Island

Alcune persone chiamano questa isola Prince Island (Isola del Principe). Una volta c'erano molti maiali selvatici qui, motivo per cui fu chiamataIsola di Domuz (maiale). Molti yacht ormeggiano nelle aree dell'isola.

Al tramonto il sole colpisce le pietre e si colora di rosso cremisi, un colore che ricorda il suolo dell'isola. L'isola prende il nome da questo fenomeno. Su questa isola ci sono poche infrastrutture. La punta meridionale dell'isola ha un faro che guida il traffico marittimo. A nord-ovest trovate le isole di Deliktas, l’ideale per le immersioni e la pesca. Le onde rosse della costa orientale dell'isola lavano l'ampia spiaggia di sabbia e sono adatteal nuoto.

Giorno 15 - Fethiye

Fethiye è una città del Mediterraneo occidentale dotata di un porto naturale. E'una meta turistica molto popolare con la sua magnifica bellezza naturale e le antiche città della Licia. Oludeniz considerata la più bella spiaggia turca è vicina, ed è un luogo famoso se si vuole iniziare un viaggio blu. Se tutti i luoghi e tutti i mari fosseroriconoscibili per un colore, il colore di Fethiye sarebbe il turchese. Il turchese, un azzurro che ha più di un accenno di verde, viene dal blu e viene utilizzato nel lavoro delle piastrelle turche. La più bella tonalità del colore blu è venuta qui e si è stabilita sulle acque di Ölüdeniz (Mar Morto). Verso sera, al tramonto, si cattura un meraviglioso turchese, assente in altri mari. Se lo chiamate blu sbagliate, stessa cosa se dite che è verde, non è uno dei due, ma entrambi insieme. È difficile spiegarlo a parole. E' preferibileandare di persona e sirimarrà colpiti.

Le Foto dei Baie > Fethiye
  • Team di Assistenza
  • S.OkumusS.Okumus
    Il Fondatore & CEO
    soguletyacht.net

  • I.OkumusI.Okumus
    Relazioni con clienti
    ioguletyacht.net

  • E.KantarmisE.Kantarmis
    Responsabile Operativo
    ekguletyacht.net

  • E.AriE.Ari
    Direttore vendite
    eaguletyacht.net

  • A.KantarmisA.Kantarmis
    Consulente vendite
    akguletyacht.net

  • K.Cemal DikK.Cemal Dik
    Consulente vendite
    kdguletyacht.net

  • S.Ates DogangunS.Ates Dogangun
    Il Responsabile Contabilita
    saguletyacht.net

  • O.PorkarO.Porkar
    Il Responsabile Delle Tecnologie Informatiche
    opguletyacht.net

  • F.CelikF.Celik
    Assistente d'ufficio
    fcguletyacht.net