Gocek - Fethiye - Gocek

Gocek Itinerario Crociere sul Caicco
Giorno 1 - Gocek

Gocek è un porto naturale nella parte superiore del Golfo di Fethiye, sulla costa turchese della Turchia, a soli 22 km dall'aeroporto internazionale di Dalaman. Protetta dalle colline boscose del monto Taurus, si affaccia sulle numerose isole e baie riparate di questo bel golfo.Arrivando in centro, vedrete una lunga strada chiamata Turgut Ozal Street, che contiene molti outletditappeti e tessuti antichi e moderni, negozi di articoli da regalo, ristoranti, ecc.In questa strada potete trovare tutto quello che vi serve. I famosi supermercati Tansas, Migros e Bim hanno filiali a Gocek, e sono presenti molti negozi a conduzione familiare più piccoli che hanno tutto il necessario per lo yacht e le provvigioni. Camminando lungo la strada principale di fronte al mare, vedrete ristoranti vivaci, semplici, tranquilli, ristoranti di pesce, bar e pub, tutti suonano buona musica internazionale e locale. Ma non dimenticate di fare una passeggiata nell’entroterra per vedere i ristoranti ei bar che si nascondono nel meraviglioso parco verde, circondato da fiori colorati. Troverete un'atmosfera da capogiro con gli aromi dei fiori, il vostro cocktail e dei livelli insoliti di ossigeno.

Le Foto dei Baie > Gocek
Giorno 2 - Fethiye , Kizil Island

Fethiye è una città del Mediterraneo occidentale dotata di un porto naturale. E'una meta turistica molto popolare con la sua magnifica bellezza naturale e le antiche città della Licia. Oludeniz considerata la più bella spiaggia turca è vicina, ed è un luogo famoso se si vuole iniziare un viaggio blu. Se tutti i luoghi e tutti i mari fosseroriconoscibili per un colore, il colore di Fethiye sarebbe il turchese. Il turchese, un azzurro che ha più di un accenno di verde, viene dal blu e viene utilizzato nel lavoro delle piastrelle turche. La più bella tonalità del colore blu è venuta qui e si è stabilita sulle acque di Ölüdeniz (Mar Morto). Verso sera, al tramonto, si cattura un meraviglioso turchese, assente in altri mari. Se lo chiamate blu sbagliate, stessa cosa se dite che è verde, non è uno dei due, ma entrambi insieme. È difficile spiegarlo a parole. E' preferibileandare di persona e sirimarrà colpiti.

Al tramonto il sole colpisce le pietre e si colora di rosso cremisi, un colore che ricorda il suolo dell'isola. L'isola prende il nome da questo fenomeno. Su questa isola ci sono poche infrastrutture. La punta meridionale dell'isola ha un faro che guida il traffico marittimo. A nord-ovest trovate le isole di Deliktas, l’ideale per le immersioni e la pesca. Le onde rosse della costa orientale dell'isola lavano l'ampia spiaggia di sabbia e sono adatteal nuoto.

Le Foto dei Baie > Fethiye Kizil Island
Giorno 3 - Butterfly Valley , Gemiler Island , Oludeniz

Uno dei luoghi più suggestivi della regione di Fethiye è la Butterfly Valley. Vale la pena fare un'arrampicata faticosa che offre la vista mozzafiato di migliaia di piccole farfalle che coprono le rocce e gli alberi come uno scialle. E’ qualcosa che non avete mai visto prima! Fate il minimo rumore e vedrete le farfalle prendere il volo, coprire il cielo e gettare un'ombra sulla vallata. Ci sono due modi per arrivare alla ButterflyValley. Uno è attraverso la cascata e l'altro è attraverso il paese di Faralya. Che siate appassionati di sport o amanti della natura, le bellezze non vi stancheranno.

Situata al largo della costa della Turchia e a circa 9 km dalla città di Fethiye, l’isola di Gemiler è conosciuta per le sue antiche rovine e i resti di chiese che risalgono al IV-V secolo d.C. Secondo i reperti archeologici, questo è anche il luogo originario della tomba di San Nicola. Nel Medioevo, l'isola era in fermento con navi commerciali e barche provenienti dai paesi del Mediterraneo orientale, europeo e orientale.San Nicola è il santo patrono dei marinai e quest’isola era conosciuta anche come Isola di San Nicola durante il medievo. L’isola di Gemiler è una destinazione turistica molto popolare in quanto le rovine bizantine sono visibili dal mare. Altre attrazioni d’interesse sono: più di 40 edifici ecclesiastici e tombe cristiane e una chiesa che è stata realizzata direttamente su una roccia situata nel punto più alto dell'isola.L'isola ha una baia a forma di mezzaluna e quindi consente un ottimo ancoraggio. C'è un ristorante di fortuna che dà cibo ai marinai e ai velisti durante l’estate.

Oludeniz viene descritta come l’Eden donato da Dio alla Terra. Non stupisce quindi la grande reputazione per il turismo. Passeggiate sulla spiaggia al buio ed ecco l'incomparabile panorama che offre Oludeniz. Oludeniz è semplicemente magica. Anche il fondo invisibile della laguna coperta di sabbia bianca scintillante con le luci del porto è una scena da vedere. Si estende fino alla costa e le pinete rigogliose presentano tutte le sfumature di verde, blu e viola che leniscono l'occhio. Il mare caldo e le lunghe spiagge migliorano ulteriormente l'estetica di questo luogo meraviglioso. Su Babadagi situato ad un’altitudine di 1.975 m potete contemplare la vista più bella al mondo. Le acque limpide permettono di nuotare dieci mesi dell'anno. Le numerose strutture turistiche, i ristoranti e il centro commerciale contribuiscono a fare di Oludeniz una destinazione turistica molto frequentata.

Giorno 4 - Gobun Bay , Kocabuk

La baia trova a sud della Baia Domuz. L'ingresso della baia è molto stretta, ma una volta dentro troverete una lunga baia circondata da ulivi e pini . Alla fine della baia si trovano alcune tombe scavate nella roccia e rovine.

Le Foto dei Baie > Gobun Bay Kocabuk
Giorno 5 - Hamam Bay , Sarsala Bay

Si trova a sud-est dellabaia di Manastir (Hamam) tra le rovine di un bagno nell’acqua per la regione nota come il Bagno di Cleopatra o baia di Sunken Bath (bagno sommerco). Un attento esame del pendio della collina dietro la baia attiva in passato mostrerà che questa collina è un lago vulcanico di struttura tettonica e riduce i canali d'acqua, ben visibili dalla riva. Da osservare il monastero, gli alberi di pino, la collina dalla riva e gli alberi di carrubo. La struttura di un antico muro che corre parallelo alla direzione della costa nord-est e a altri piccoli resti di Licia ricordano che non si è lontani dalla città. Il Lydia Network Port può essere raggiunto da un sentiero di circa 190 minuti.Hamam è la baia che nessun marinaio vuole perdersi. I marinai amano trascorrere le loro notti lì. Ci sono diversi ristoranti con pergole in legno sulla riva.

Le Foto dei Baie > Hamam Bay Sarsala Bay
Giorno 6 - Domuz Island , Tersane Island

Alcune persone chiamano questa isola Prince Island (Isola del Principe). Una volta c'erano molti maiali selvatici qui, motivo per cui fu chiamataIsola di Domuz (maiale). Molti yacht ormeggiano nelle aree dell'isola.

L’isola di Tersane è anche conosciuta come Shipyard Island (Isola Cantiere), è la più grande del Golfo di Fethiye. Un canale profondo lungo 100 m costituisce l'entrata in queste isole. Ci sono baie coperte e al riparo sul lato est, che è anche un porto durante i mesi estivi. La parte occidentale è chiusa per i forti venti. Secondo le fonti storiche l’isola di Tersane era chiamata Telandria. C’è circa un centinaio di rovine di antiche case che sono visibili dalla terra e dal mare. Per i marinai quest’isola era la più sicura di tutto il Golfo di Fethiye durante il periodo bizantino.

Giorno 7 - Bedri Rahmi Bay , Gocek , Yassica Islands

La baia di Bedri Rahmi è conosciuta anche con il nome licio di Tasyaka o “Dark bay” (baia scura), per la sua naturale bellezza e l’importanza storica. Bedri Rahmi Eyuboglu era un letterato, artista e pittore turco molto stimato. Nell'estate del 1973 durante una crociera con degli amici, disegnò un pesce su una roccia enorme. Questo “Fish Rock” situato all'ingresso della baia blu saluta ancora oggi i passeggeri. Infatti, la regione è conosciuta anche con il nome di “Fish Rock” in onore del grande maestro. La baia di Bedri Rahmi è ben riparata da venti forti ed è quindi un buon punto di ancoraggio. E'nota anche per la sua pineta e gli ulivi che coprono le colline dietro i fiori di oleandro, le piccole spiagge e le acque turchesi, che creano un'immagine dalle proporzioni fantastiche.

Gocek è un porto naturale nella parte superiore del Golfo di Fethiye, sulla costa turchese della Turchia, a soli 22 km dall'aeroporto internazionale di Dalaman. Protetta dalle colline boscose del monto Taurus, si affaccia sulle numerose isole e baie riparate di questo bel golfo.Arrivando in centro, vedrete una lunga strada chiamata Turgut Ozal Street, che contiene molti outletditappeti e tessuti antichi e moderni, negozi di articoli da regalo, ristoranti, ecc.In questa strada potete trovare tutto quello che vi serve. I famosi supermercati Tansas, Migros e Bim hanno filiali a Gocek, e sono presenti molti negozi a conduzione familiare più piccoli che hanno tutto il necessario per lo yacht e le provvigioni. Camminando lungo la strada principale di fronte al mare, vedrete ristoranti vivaci, semplici, tranquilli, ristoranti di pesce, bar e pub, tutti suonano buona musica internazionale e locale. Ma non dimenticate di fare una passeggiata nell’entroterra per vedere i ristoranti ei bar che si nascondono nel meraviglioso parco verde, circondato da fiori colorati. Troverete un'atmosfera da capogiro con gli aromi dei fiori, il vostro cocktail e dei livelli insoliti di ossigeno.

Alcune di queste isole appaiono su diverse mappe marittime come il gruppo di isole di Yassica. E’ possibile ormeggiare nel vicino porto di Gocek. Le Isole di Yassica nel Golfo di Fethiye sono uno dei posti più romantici, l’ideale per trascorrere del tempo con il/la vostro/a partner e fotografare splendidi tramonti. Le isole sono piene di pini e ulivi, hanno molte baie riparate e poco profonde e sono l’ideale per gli appassionati di sport acquatici. Non ci sono strutture sulle isole. La più grande ha una spiaggia di sabbia e c’è una piccola piscina al largo della laguna. Sembra essere stata costruita appositamente per far giocare i bambini. Potete fare il bagno senza paura del pericolo. La distanza minima tra le due isole è di 12 metri. In mezz’ora potete nuotare da e per le quattro isole. Potete esplorare le isole a piedi, ma non dimenticare di portare scarpe robuste o stivali perchè la terra può essere molto sassosa. Nonostante le piccole dimensioni queste isole hanno una buona varietà di piante e fogliame.

Giorno 8 - Gocek Island
Le Foto dei Baie > Gocek Island
  • Team di Assistenza
  • S.OkumusS.Okumus
    Il Fondatore & CEO
    soguletyacht.net

  • I.OkumusI.Okumus
    Relazioni con clienti
    ioguletyacht.net

  • E.KantarmisE.Kantarmis
    Responsabile Operativo
    ekguletyacht.net

  • E.AriE.Ari
    Direttore vendite
    eaguletyacht.net

  • A.KantarmisA.Kantarmis
    Consulente vendite
    akguletyacht.net

  • K.Cemal DikK.Cemal Dik
    Consulente vendite
    kdguletyacht.net

  • S.Ates DogangunS.Ates Dogangun
    Il Responsabile Contabilita
    saguletyacht.net

  • O.PorkarO.Porkar
    Il Responsabile Delle Tecnologie Informatiche
    opguletyacht.net

  • F.CelikF.Celik
    Assistente d'ufficio
    fcguletyacht.net