Accedete, per favore

Per questa funzione devi registrarti o effettuare il login.

ARKI

Crociere in caicco all’isola di Arki

Arki è probabilmente una delle isole meno visitate in Grecia, con una popolazione permanente di circa 40 persone. La popolazione dell'isola è così piccola che quando ho visitato l’isola epr l’ultima volta c’era sola un alunno. Non è tanto quello che si può vedere qui ma l'atmosfera che si può respirare in questa piccolissima parte di mondo. Ci sono poche strutture sull'isola ma ci sono molti piccoli mini-market. Non aspettatevi quindi lo stesso tipo di trattamento che potreste ottenere nelle altre isole vicine, anche se quest’isola è diventata una specie di paradiso per praticare la vela. L'isola di Arki o Akrihs Narkoi, come veniva chiamata in tempi antichi, appartiene alla giurisdizione di Patmos ed è posizionata a circa 11 km a SE di Patmos. L'isola è circondata da piccoli isolotti che costituiscono il complesso dell'isola di Arki (Marathi, Smineronisi, Tsouka, Tsoukaki, Avaptistos, Makronisi, Psathonisi, Kalovolos e Nisaki).

Informazioni Sull’isola di Arki.

Anche se sembra strano la cosa migliore di questa isola è la sua completa mancanza di turisti. Per un solo mese (agosto), l'isola si anima di attività, e per il resto dei mesi, potrete tranquillamente avere l'isola per voi. La piazza principale vicino al porto è circondata da taverne che rimangono aperte a tutte le ore e tutte servono cibo eccellente. Ci sono alcune spiagge, la più grande è Tiganakia, che a sua volta ha delle piccole isole che si possono raggiungere facilmente a nuoto. Sull' isola non vi si trova acqua naturale ed è molto rocciosa e sterile. Camminando 15 minuti su per una collina che porta ad una chiesetta antica e da qui poi potrete godere di una vista mozzafiato delle isole circostanti. Dei 40 abitanti permanenti dell 'isola di Arki, la maggior parte lavora nel settore della pesca e in quello dell’allevamento. Arki, con il suo porto molto bello e pittoresco costituisce un paradiso per yacht e barche che ormeggiano qui d’estate. Quando arriva il 23 agosto in occasione della festa per la Vergine Maria, l’isola offre al visitatore tutto il carattere autentico greco con musica folk e piatti tradizionale. Nell'isola ci sono locande in grado di ricevere gli ospiti che cercano serenità con la naturale bellezza e genuina ospitalità della gente del posto. In estate è attivo il collegamento con Patmos, due volte a settimana. Con Chios con barche locali e con Lipsi con le barche a noleggio.

Storia dell’isola di Arki

A causa della mancanza dell’ acqua potabile e la piccola superficie dell'isola, non si è mai verificato insediamento sull’isola degno di nota. Come nelle altre isole, anche qui i primi abitanti furono i Kares seguiti dai Dori e dai Greci. Gli abitanti delle coste ioniche del versante greco da Militos, sfruttavano Arki come una stazione intermedia nel canale tra Samos e Kos. Li vi costruirono una piccola fortezza in modo da poter controllare la maggior parte del passaggio. I dati indicano che la fortezza è stata costruita nei primi anni ellenici in due fasi di costruzione. La parte nord-occidentale della fortezza (la torre almeno) risale al quarto secolo avanti Cristo. Si pensa che nel periodo romano, la fortezza fu distrutta da Giulio Cesare, una volta che riusci a liberarsi da Farmakonisi dove era tenuto in ostaggio. Dalla sicura fortezza del “Castello di Avgoustini ", come viene chiamato oggi prende il nome anche il porto di Arki. Le fortificazioni furono usate nuovamente nei primi anni del periodo bizantino, grazie anche alle nuove ed appropriate fortificazioni fatte. Dalla fortezza e nella parte più alta della torre, si poteva vedere Kasteli e la cittadella di Patmos. Quando, nel 1087, San Christodoulos divenne proprietario di Patmos, l'isola di Arki fu utilizzata dal monastero come terreno agricolo e terreno di pascolo. Gli attuali abitanti dell'isola potrebbero essere i discendenti dei contadini e dei pastori del Monastero, che possiede ancora grande parte del territorio. Due monete di bronzo sono state trovate sull'isola, una appartiene al periodo romano di concordia (Omonia) (Halikarnassos-Kos), dove su una faccia appare Karkalas e Cietis. A Tiganakia, una piccola spiaggia di sabbia a sud dell 'isola, e in particolare nella parte orientale, è stato trovato vasellame preistorico (Neolitico). Nell’area di Koutsoura, nella parte a NA dell'isola, i pescatori hanno segnalato la presenza di edifici in fondo mare.

  • Team di Assistenza
  • S.OkumusS.Okumus
    Il Fondatore & CEO
    soguletyacht.net

  • I.OkumusI.Okumus
    Relazioni con clienti
    ioguletyacht.net

  • E.KantarmisE.Kantarmis
    Responsabile Operativo
    ekguletyacht.net

  • E.AriE.Ari
    Direttore vendite
    eaguletyacht.net

  • A.KantarmisA.Kantarmis
    Consulente vendite
    akguletyacht.net

  • K.Cemal DikK.Cemal Dik
    Consulente vendite
    kdguletyacht.net

  • S.Ates DogangunS.Ates Dogangun
    Il Responsabile Contabilita
    saguletyacht.net

  • O.PorkarO.Porkar
    Il Responsabile Delle Tecnologie Informatiche
    opguletyacht.net

  • F.CelikF.Celik
    Assistente d'ufficio
    fcguletyacht.net